• Mosè Previti

Gli animali pigri di Guodong Zhao



Gli animali di Guodong Zhao siamo noi. L’artista cinese gioca con un’iconografia infantile, divertente ma dal sapore profondamente sarcastico. Ippopotami superobesi sprofondati di fronte ai video game, orsi polari sorpresi dal selfie della loro preda, mammiferi ludopatici ipnotizzati dal video mentre la foresta brucia. Idee semplici, iconografia chiara, risultato molto accattivante. Il suo progetto si chiama “Lazy Things” cose pigre, brillante metafora dell’umanità imbalsamata dalla tecnologia e immobilizzata dalle limitazioni legate alla perdurante pandemia.



Lazy Things, è stato realizzato con l'aiuto di Pixologic ZBrush, uno strumento di scultura digitale che consente di creare modelli 3D e 2.5D attraverso la manipolazione di trame e pittura e l'integrazione con Autodesk Maya, 3ds Max, Cinema 4D. Andando a sbirciare nel portfolio dell’artista ho trovato anche alcune immagini dal sapore tutt’altro che infantile, evidentemente legate ad un altro progetto: Split God. Anche qui il livello di elaborazione grafica è magistrale, tuttavia il linguaggio è molto più alto, epico quasi. Da un remoto immaginario fotografico, intrinsecamente lovecraftiano, minotauri e draghi raccontano di vecchie leggende o di vividi incubi ad occhi aperti. Cinema e letteratura sono in bilico in queste immagini digitali che sono anche la prova di un artista molto interessante.

Mosè Previti

Riproduzione Riservata

Portfolio di Guodong Zhao

Photo courtesy Guodong Zhao



© 2023 by The Artifact. Proudly created with Wix.com